Coltivazione

 

La coltivazione del caffè viene realizzata in vari modi, a seconda della zona in cui viene eseguita. Il metodo più antico viene usato in India e in Centro America, dove le piante di Coffea vengono fatte crescere vicino ad arbusti più alti in modo da essere protetti dalla troppa luce.

La coltivazione intensiva viene invece usata in Brasile, delle ampie coltivazioni di piante di Coffea garantiscono una produzione maggiore. In questo caso sono necessarie tecniche di coltivazione più moderne, come l'irrigazione artificiale per garantire il raccolto anche in periodi meno piovosi e data l'ampiezza delle zone coltivate si rende necessaria la raccolta meccanizzata.

Raccolta

 

La raccolta del frutto della Coffea è un operazione complicata per il lungo periodo in cui le piante raggiungono maturazione. Sulla pianta saranno presenti contemporaneamente fiori e frutti a stadi diversi di maturazione. 

 

Le tecniche utilizzate sono principalemente due: la più accurata si chiama picking, è molto costosa, in quanto prevede che l'operatore selezioni e raccolga solo i frutti giunti a maturazione, l'altra modalità è lo stripping, prevede la raccolta dell' intero grappolo di caffè senza un controllo accurato della maturazione. In questo caso i frutti, sono soggetti a una successiva selezione.

 
L'estrazione e la lavorazione dei chicchi

 

Dopo la raccolta il chicco all'interno del frutto deve essere estratto rapidamente.  Possono essere trattati a Secco o in umido.

 

Il trattamento a secco prevede che l'intero frutto venga fatto essicare, in continua movimentazione per evitare fermentazioni, quando si secca completamente viene decorticato per l'estrazione del chicco. Nel trattamento in umido invece i frutti vengono spolpati meccanicamente e messi in delle grandi vasche d'acqua dove la fermentazione rende più facile la successiva asportazione della polpa restante. I chicchi vengono poi lavati ed essicati al sole per essere successivamente decorticati.